Huè

La Cittadella Imperiale di Huè è sicuramente il fiore all’occhiello di questa città e vale la pena spendere qualche ora se non mezza giornata in tutta calma per la visita di questo sito storico.

Il caldo e l’umidità non hanno ci hanno reso vita facile devo dirlo, ma lo stupore e la meraviglia di questo posto ci hanno fatto superare tutto… sfarzo,maestosità,storia,leggende,pace… non basterebbero altre parole per descrivere questo posto che si estende come un grande labirinto. Il rosso dei templi ci fa tornare indietro nel tempo alla dominazione cinese che ha lasciato segni indelebili in questa civiltà . Ogni tempio,ogni stanza,ogni cimelio va guardato con occhi curiosi ed affamati di storia… penso di non aver mai scattato così tante foto come in questo posto!

Dopo la Cittadella Imperiale è la volta della Tomba di Tu Duc: le mura che circondano questo maestoso edificio romantico racchiudono un silenzio lascia immaginare e tornare indietro nel tempo all’epoca dell’imperatore, del suo regno, della sua vita sfarzosa e maestosa, le sue dimore,le sue poesie e le sue concubine… e il mistero della sua sepoltura…ad oggi luogo ancora sconosciuto.

Lasciata la Tomba di Tu Duc ci dirigiamo verso la Thien Mu Pagoda(celeste signora), una torre a sette piani che affaccia sul fiume dei profumi di Huè. Un luogo dove ammirare guardiani giganti che sorvegliano e custodiscono le varie sale e le 3 porte di ingresso, le stele sopra le tartarughe, i piccoli giovani monaci buddhisti che studiano,vivono e pregano insieme alla loro comunità…fascino ed eleganza sono le parole che userei per descrivere questo sito.

Il fiume dei profumi in se per sè non è uno dei più belli del Vietnam, ma è caratteristico e le barche tipiche del posto con i loro dragoni la fanno da padrone.